“Penso a come è stato facile amarti da piccolo. A quanto è difficile continuare a farlo ora che le nostre stature sono appaiate, la tua voce somiglia alla mia e dunque reclama gli stessi toni e volumi, gli ingombri dei corpi sono gli stessi.”

(Michele Serra, Gli Sdraiati)

Gli Sdraiati – il libro

gli sdraiati
Michele Serra – Gli sdraiati (http://www.cinematografo.it)

Gli Sdraiati è la confessione di un padre che all’improvviso si trova a dover vivere con un essere umano divenuto ai suoi occhi irriconoscibile. Questo libro è la drammatica visione dell’esperienza di un padre che per anni vive amando un figlio che una volta cresciuto, trasformatosi in un uomo, diviene un perfetto sconosciuto dagli atteggiamenti incomprensibili. Si tratta di un’opera che pone a confronto due diverse e assai distanti generazioni. La difficile relazione nasce proprio dalle concezioni di vita così opposte. Visioni talmente lontane che impediscono anche di instaurare una modalità comunicativa atta alla convivialità quotidiana.

Chi sono gli sdraiati?

gli sdraiati
Ecco chi sono gli sdraiati di Michele Serra (https://quinlan.it)

Gli Sdraiati, per Michele Serra autore del libro, sono i figli adolescenti, coloro che vivono avvolti nel mistero. Gli Sdraiati sono quei giovani che fanno in modo di essere tutto il contrario dei genitori, coloro che dormono quando dovrebbero essere svegli e vagano quando dovrebbero dormire. Con questa sua opera, Serra, racconta tutte quelle sfumature che per colpa sia dei padri che dei figli adolescenti vanno perse!

Si tratta delle gioie, dei momenti importanti, come anche dei conflitti e dei confronti. L’autore si pone dei quesiti sulla vita genitoriale, tanto quanto su quella dei giovani adolescenti di oggi. Giovani così lontani dalle persone che furono i padri. Adolescenti costretti a sottoporsi ad una vita di inettitudine e passività, ma che forse, attraverso questo loro modo di porsi al mondo, riescono a cogliere i dettagli che le generazioni ormai “antiche” non sono più in grado di cogliere.

Dal libro al film

gli sdraiati
Il film diretto da Francesca Archibugi, Gli sdraiati spirato all’omonimo romanzo di Michele Serra (https://quinlan.it)

Da qualche settimana, ormai, è uscito anche un film ispirato al libro di Michele Serra da cui prende anche il titolo. Ne Gli Sdraiati, il film, si racconta la storia e la relazione difficile di un padre (Claudio Bisio) e di un figlio (Gaddo Bacchini). Il film diretto da Francesca Archibugi si ispira all’opera di Serra modificandone alcuni dettagli.

Secondo alcuni pedagogisti questo è un film che i genitori dovrebbero vedere assieme ai propri figli adolescenti. Come accade anche per il libro, infatti, nel film vengono evidenziate le difficoltà sia del genitore che dell’adolescente. Quindi, Gli Sdraiati, potrebbe diventare facilmente un punto di partenza per raggiungere un “compromesso comunicativo” tra generazioni!


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here