Hubble scatta una foto al meraviglioso fenomeno chiamato Anello di Einstein

Il telescopio Hubble ha scattato un’immagine che, dopo essere stata analizzata dalla Nasa, si è scoperta essere piena di galassie. Tra queste c’è un fenomeno spettacolare chiamato Anello di Einstein.

L’Anello di Einstein

Questa parte dell’Universo è un ammasso di galassie molto diverse tra loro tenute insieme dalla gravità. Ma la forza che le tiene insieme fa molto di più, infatti piega la luce in modo da creare un anello, il cosidetto anello di Eistein.

anello di einstein
Anello di Einstein (www.nasa.gov)

L’anello di Einstein si verifica quando la luce proveniente da una sorgente luminosa viene piegata dall’effetto gravitazionale di una struttura o di un oggetto molto grande, in questo caso questa enorme parte di universo. Il fenomeno è chiamato lente gravitazionale e richiede che i tre partecipanti (la sorgente di luce, la struttura massiva e l’osservatore – che è la Terra) siano allineati in una configurazione a linea retta denominata syzygy.

Questo anello dunque è un caso speciale di lente gravitazionale, causato dall’allineamento esatto della sorgente, della lente e dell’osservatore. Ciò si traduce in una simmetria intorno all’obiettivo, causando una struttura ad anello. Karl Hille della NASA descrive l’immagine:

In questa immagine, la luce proveniente da una galassia di sfondo viene deviata e distorta intorno all’enorme gruppo intermedio e costretta a percorrere molti diversi percorsi di luce verso la Terra, facendo sembrare che la galassia si trovi in ​​diversi posti contemporaneamente“.

Perché si chiama Anello di Einstein?

Einstein predisse questo fenomeno nel 1912, ancor prima della sua teoria della relatività generale. Tuttavia, non pensava che saremmo mai stati in grado di osservarne uno perché la nostra tecnologia non ne era in grado. Ma il progredire della tecnologia, a smentita dello scienziato, ha reso oggi note centinaia di lenti gravitazionali.

Ma qualcosa di ancora più sensazionale è stato scattato da Hubble alcuni anni fa: un doppio anello di Einstein, un fenomeno altamente improbabile che gli astronauti hanno avuto la fortuna di testimoniare.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here