Il nostro cervello impazzisce davanti a carboidrati e grassi e il nostro portafoglio piange

Si sa, tutti hanno un debole per carboidrati o grassi, ma quindi i due si combinano in un solo alimento il nostro cervello impazzisce di bramosia.

Il gruppo di ricercatori dell’Università di Yale ha condotto uno studio proprio su come il nostro cervello si comporta davanti ad un alimento a base di carboidrati e grassi. Ha preso in esame il comportamento celebrale di 56 volontari mentre gli venivano mostrate le foto di vari alimenti ricchi di grassi, ricchi di carboidrati o alti in entrambi.

Dopo la scansione del cervello, a ciascun partecipante è stato chiesto di fare un’offerta in denaro ad un’asta per aggiudicarsi il cibo che più desideravano per il loro spuntino.  Come previsto, i partecipanti sono disposti a pagare di più per gli snack con grassi e carboidrati, rispetto ai soli grassi o carboidrati. Inoltre, l’importo che avrebbero pagato per gli alimenti combinati era più di quanto si possa prevedere sommando i prezzi dei grassi e dei carboidrati separatamente.

carboidrati e grassi
Junk food. (NeONBRAND by unpslash.com)

Quando i ricercatori hanno dato un’occhiata alle scansioni cerebrali, hanno scoperto che l’attività in due aree cerebrali in particolare, il caudato e il putamen, era molto più forte in risposta a grassi e carboidrati insieme rispetto a uno solo. Queste aree cerebrali sono associate al desiderio, alla bramosia, ricompensa e azioni orientate allo scopo e rilasciano dopamina quando una persona incontra uno stimolo eccitante.

“Nell’ambiente alimentare moderno che è pieno di alimenti trasformati ricchi di grassi e carboidrati come ciambelle, patatine fritte, barrette di cioccolato e patatine, questo potenziamento della ricompensa può ritorcersi contro la promozione dell’iperalimentazione e dell’obesità”, ha detto Small.

Gli alimenti ad alto contenuto di grassi e carboidrati non esistono in natura, con una sola eccezione: il latte materno. I frutti sono ricchi di zuccheri, ma non di grassi, e la carne è ricca di grassi ma non di carboidrati. Quindi il cibo moderno sta dirottando i sistemi neurali che si sono evoluti nel corso di migliaia di anni, non c’è da stupirsi che l’obesità sia un tale problema nel mondo sviluppato.

Sapendo che il cervello umano è vulnerabile a tali stimoli dovrebbe incoraggiare le persone a prestare particolare attenzione a questa classe di alimenti per evitare di diventare sovrappeso o obesi.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here