In ricordo del Maestro Franco Zeffirelli

Riceviamo da Paolo Spirito, collaboratore del nostro giornale, un ricordo di Franco Zeffirelli recentemente scomparso.

Con il Maestro Franco Zeffirelli (12 febbraio 1923-15 giugno 2019) scompare uno tra i protagonisti mondiali del Cinema, del Teatro, della Regia Lirica, un faro di Luce e di Bellezza che ha illuminato come mai non solo il mondo dello Spettacolo, ma la Società Civile del mondo intero. In queste ore stiamo leggendo decine e decine di attestazioni postume di stima e affetto per la scomparsa del Maestro, ma Lui vivo, quanti veramente lo stimavano e apprezzavano per la genialità delle Sue regie? Moltissimi, almeno in Italia, i suoi prezzolati detrattori, che hanno sempre trovato in una certa sinistra massimalista e forcaiola una sponda sensibile ad attaccare e demolire ogni regia del Maestro Franco Zeffirelli che, all’estero, veniva acclamata come un vero e proprio capolavoro del genio fiorentino.

Franco Zeffirelli
Franco Zeffirelli

Franco Zeffirelli è stato sempre sulle scatole di questo intellettualume di sinistra, la sua proverbiale schiettezza e animosità lo hanno spesso relegato tra gli Artisti italiani “border line” più famosi e acclamati nel mondo, ma sempre meno ascoltati in patria, anzi vituperati e sbeffeggiati (“Scespirelli”).

Franco Zeffirelli
Franco Zeffirelli

Tra i tanti messaggi di cordoglio per la scomparsa del Maestro Franco Zeffirelli che stiamo leggendo in queste ore, uno in modo particolare, mi ha profondamente colpito: quello dei Frati di Assisi: “Ci lascia un genio che ha raccontato con amore e passione Chiara e Francesco d’Assisi. Ciao Franco, ciao fratello!!!”: i frati della comunità francescana umbra salutano così Franco Zeffirelli, attraverso il sito Sanfrancescopatronoditalia.it. Il direttore della sala stampa del Sacro Convento, padre Enzo Fortunato, ha quindi ricordato come il maestro abbia girato proprio ad Assisi parte di “Fratello sole, sorella luna”. Ha segnato la storia della cinematografia italiana – ha detto – proponendo con coraggio i temi religiosi al grande pubblico. E legando ancora di più il Paese a questi valori”.

Franco Zeffirelli
Franco Zeffirelli

Ho avuto l’onore e il privilegio di conferire al Maestro Franco Zeffirelli il Premio Axel Munthe alla Carriera nel 2014, in occasione della prima edizione della Rassegna Cinematografica “Capri, Schermi d’Arte”, da me ideata e diretta. Conserverò sempre un vivissimo ricordo dell’Intervista che il Maestro mi concesse in quella circostanza, vero e proprio Testamento Spirituale, filmata per la circostanza dal Collega Regista Ciro D’Aniello. Prima di accomiatarmi da Lui, dopo averLo ancora ringraziato, mi venne spontaneo dirgli: “Maestro, pregherò sempre per Lei!”. Lui, fece un cenno con la mano per fermare il fisioterapista che lo sospingeva sulla sedia a rotelle, avrebbe voluto dirmi qualcosa, forse ringraziarmi, ma…gli uscì solo una lacrima. E’ un’immagine che mi accompagnerà sino alla fine dei miei giorni. Grazie Maestro, ora sei nella Luce dell’Eterna Bellezza, dove Ti aspettano radiosi, Luchino, Francesco, Giorgio, Peppino e tutti coloro che Ti hanno amato e Ti ameranno sempre. Grazie Maestro Franco Zeffirelli, grazie Franchino, vivrai per sempre con me, un immenso abbraccio, con tutto l’affetto e la stima che meriti. Profondamente addolorato per la scomparsa del Maestro Franco Zeffirelli, mi stringo in questo tristissimo momento ai Figli Pippo e Luciano con tutto il mio affetto e il sentimento del mio cristiano cordoglio.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Paolo Spirito
Trentino di nascita (Cles, 19/08/1955), vive e risiede a Roma. Laureato in Lettere Moderne con Lode nell’A.A. 1979-80, presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Giornalista Pubblicista, Programmista-Regista RAI e Autore Televisivo, già Responsabile dell’Ufficio Teatro Prosa della Presidenza Nazionale dell’A.G.I.S.-Associazione Generale Italiana dello Spettacolo. Ha collaborato alla realizzazione di molti programmi di successo: “Scuola Aperta”, “Italiano e Italiani, oggi nel mondo”, “Pronto…Chi Gioca?”, “Il Piacere di Conoscere”, “L’Ago della Bilancia”, “Tutto sul Due”, “I Fatti Vostri”, “Detto tra noi”, “Cronaca in Diretta”, “Made in Italy”, “Uno Mattina Estate”, “Check Up”, “Una notte a Sirminione”, “Uno Mattina Sabato & Domenica” e per ultimo “Linea Verde” per Raiuno cui attualmente collabora. Autore di documentari televisivi, ha ideato e diretto: “Pieve di Cadore Film Festival”, “BrixenART Film Festival”, “Flower Film Festival di Assisi”, “Valsolda Schermi d’Arte 2012”, “Ponza Schermi d’Arte”, “Capri Schermi d’Arte”, “Furore, Schermi d’Arte 2015-Massimo Ranieri, l’Avventura del Cinema”, “Minori, Schermi d’Arte 2018”, “Genzano, Schermi d’Arte 2018: Omaggio a Toni Servillo”. Nel 2007 ha scritto soggetto e sceneggiatura del film “Sogni Reali” con Giorgio Albertazzi e Paola Saluzzi. Il 10 ottobre 2015 gli è stato conferito, nel Comune di Furore (SA), il Premio Furore di Giornalismo per la sua lunga attività a Linea Verde Raiuno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here