Parte a giugno il nuovo spettacolare tour “Riparto da me” di Antonio Mezzancella, che animerà le piazze italiane durante la stagione estiva 2019. Brillante imitatore e show man, Mezzancella porterà in giro per lo Stivale le sue incredibili imitazioni, accompagnato da un corpo di ballo e un band, che renderanno tutto molto più vivace e spettacolare. L’artista, durante il live show, riproporrà alcuni brani che lo hanno consacrato al successo durante la scorsa edizione della trasmissione di Carlo Conti “Tale e Quale show”, in onda su Rai 1, e durante l’edizione 2015 di “Tu si che vales”, in cui si è garantito un secondo posto. La scoperta di un singolare talento, l’emozione di incontrare il pubblico in un live e la soddisfazione per la realizzazione di un sogno, la racconta Antonio Mezzancella nella seguente intervista.

L’intervista in esclusiva ad Antonio Mezzancella, di Veronica Ruggiero

Antonio com’ è nata l’idea di un tour estivo?

Ho voluto fare questo passo in avanti e la produzione mi ha appoggiato. Abbiamo creato questo spettacolo che volevamo fosse veramente un show completo, quindi abbiamo inserito una band e un corpo di ballo per intervallare l’intrattenimento attraverso musica e balletti. Passeremo l’estate tutti insieme in giro per l’Italia.

Protagonista dello spettacolo sarà la tua poliedrica voce immagino?

Assolutamente sì. Riproporrò alcune delle imitazioni che mi hanno visto impegnato al “Tale e Quale show”.t Tutto dal vivo naturalmente. Sarò supportato da un video wall che riprodurrà alcune mie comparsate e, mentre scorrono le immagini, io “doppierò” quello che succede alle mie spalle. Porterò in scena anche alcuni contributi video dei personaggi famosi che generalmente imito, o piccole clip girate nel backstage della trasmissione, una cosa molto carina e simpatica. Il risultato finale sarà una sorta di gran varietà in live.

Quali sono le tue aspettative per questa esperienza di incontro diretto con il pubblico?

In realtà la mia aspettativa più grande è che le persone passino qualche ora di divertimento. L’obiettivo per chi fa spettacolo è far divertire e vedere sorrisi sul volto del pubblico. Naturalmente ogni esperienza nuova che inizia porta con sé una carica diversa e regala sempre nuove emozioni. Mi sento quindi bello carico per affrontare questa avventura.

Quando e come hai scoperto questo tuo talento per le imitazioni?

Me ne sono accorto relativamente tardi. Ai miei tempi la tecnologia non era così evoluta da permettermi di capire quanto talento realmente avessi. Da ragazzino già imitavo alcuni artisti e mi registravo sulle audiocassette, all’epoca il massimo della tecnologia, ma era più un gioco che altro. Questa mia passione mi ha portato a lavorare intorno ai 20 anni in alcuni villaggi turistici, ed in quel contesto ho iniziato a capire che le mie imitazioni piacevano molto, ma ho sempre preferito essere cauto e continuare a portare avanti un lavoro ordinario.

La svolta è arrivata con Castrocaro?

Diciamo che da lì sono partito, la mia prima esperienza in Rai in prima serata, e ho iniziato a crederci un po’ di più e piano piano sono arrivato alla preparazione di questo tour. Ho iniziato da piccole realtà, pianobar, piazze minori, per poter comunque fare esperienza. Solo successivamente sono arrivate le esperienze radiofoniche, televisioni e comparsate in alcune trasmissioni.

La televisione come ha cambiato la tua vita?

Se sono riuscito a realizzare tutto questo è anche grazie alla visibilità che il piccolo schermo mi ha dato. Per fare un live è necessario che le persone ti conoscano e la tv è ancora un ottimo mezzo di diffusione. Le esperienze televisive mi hanno inoltre arricchito professionalmente e personalmente, come ogni altra esperienza del resto, perché vivere ogni momento il backstage e le prove prima della messa in onda è molto formativo. Si fanno anche molte conoscenze e si vivono momenti di condivisione con i presenti.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Veronica Ruggiero
Giornalista, collaboratrice presso il Gruppo Corriere, oltre che in passato di alcune testate online. Responsabile della comunicazione e addetta stampa per alcune importanti realtà imprenditoriali, musicali, artistiche. Videoreporter per passione. Organizzatrice di eventi. Da sempre amo il giornalismo che per me è uno stile di vita! Il mondo? Un grande luna park da scrutare con gli occhi di un bambino e dal quale attingere materiale originale.... a volte grottesco!