La tragedia Le Baccanti ha chiuso l’attività del laboratorio teatrale del liceo classico Colasanti di Civita Castellana.

Il Liceo Classico di Civita Castellana ha portato in scena, il 7 giugno 2018, una suggestiva riproduzione della tragedia di Euripide Le Baccanti, a conclusione del loro laboratorio teatrale.

laboratorio teatrale
Le Baccanti del Liceo Colasanti

Gli studenti sono stati magistralmente diretti da Raffaele Castria ed hanno realizzato la rappresentazione teatrale di una tragedia molto difficile per la tematica proposta: la fusione della cultura orientale rappresentata dal dio Dioniso e il mondo greco. La vicenda si svolge a Tebe e protagoniste sono le donne che invasate dal dio cercano il loro riscatto. Una tragedia che fa risaltare l’elemento spirituale dell’uomo, come sostiene Castria.

Questa è un’opera che, nonostante sia stata scritta tra il 407 ed il 406 a.C., analizza un tema molto attuale vista l’esigenza che oggi si ha di una spiritualità forte e profonda.

Il suggestivo anfiteatro del Belvedere Falerii Veteres, ha regalato una cornice perfetta alla rappresentazione, con una splendida vista del Forte San Gallo e del Monte Soratte.

Un pubblico numeroso che incurante della pioggia ha seguito fino in fondo e omaggiato con un prolungato applauso i giovani attori del liceo Colasanti. Veramente una serata da ricordare!


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.