Migliaia di opere d’arte a portata di click: la collezione dell’Art Institute of Chicago

art institute of chicago
Una domenica pomeriggio sull'isola della Grande-Jatte, Georges Seurat

L’Art Institute of Chicago (AIC) recentemente ha annunciato il rilascio di decine di migliaia di immagini ad alta risoluzione dalla loro raccolta destinate al pubblico dominio. Questo significa che chiunque ora può accedere e utilizzare liberamente le versioni ad alta risoluzione di una miriade di capolavori.

art institute of chicago
Una domenica pomeriggio sull’isola della Grande-Jatte, Georges Seurat

Picasso, Monet, Van Gogh o El Greco, Munch, Seurat le opere di questi artisti e di tanti altri saranno ora disponibili e di dominio pubblico. Potremo usare in totale libertà le immagini delle opere in alta risoluzione. Questa concessione è stata resa possibile dal Creative Commons Zero (CC0), questo vuol dire essenzialmente che tutto il copyright non esiste più per scopi sia educativi che commerciali.
“Studenti, educatori e semplici appassionati d’arte potrebbero essere interessati a sapere che abbiamo rilasciato migliaia di immagini di pubblico dominio sul nuovo sito web in un formato ad accesso aperto (52.438 per essere precisi e in costante crescita),” così recita l’annuncio.
“Questo è solo un teaser di tutto ciò che il nuovo sito ha da offrire. Speriamo che mentre crei il tuo percorso, ti godrai il sito e condividerai le cose interessanti che scoprirai. “

art institute of chicago
Nighthawks Date, Edward Hopper

Questa possibilità può essere d’aiuto sia per scopi lavorativi, che accademici, sia per gli artisti in erba che vogliono arricchire il loro bagaglio culturale e lasciarsi ispirare dalle magnifiche pennellate di artisti di fama mondiale. Un enorme tesoro a cui possono attingere tutti coloro che hanno una connessione internet funzionante, non possiamo far altro che apprezzare l’iniziativa di AIC.
” Una domenica pomeriggio sull’isola della Grande-Jatte ” di George Seurat, American Gothic di Grant Wood, “La camera di Vincent ad Arles ” di Van Gogh, “Water Lilies” di Monet e tanti altre opere, per la precisione 52.438, a nostra disposizione. Clicca qui per vedere la ricca collezione dell’Art Institute of Chicago.


Piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle ed esprimi la tua idea

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here