Cari amici di Moondo, voglio parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore: la chiusura da parte di Rai Cinema, del canale tematico Rai Movie, un canale che trasmette 14 film al giorno, per un totale di oltre 5000 titoli durante l’anno.

chiusura di Rai Movie
NO alla chiusura di Rai Movie, firma la petizione. (facebook.com)

NO alla chiusura di Rai Movie, firma la petizione

Rai Movie, dunque, chiuderà e non verrà rimpiazzato da niente? Speriamo di no! Cerchiamo di capire come stanno le cose: a gennaio è stato presentato il piano triennale industriale da parte di Rai Cinema, che prevedeva la nascita di un nuovo canale dedicato al cinema, il canale Rai Doc, interamente dedicato ai documentari. In quest’ottica è lecito aspettarsi che il canale Rai Movie venga sostituito da un altro canale che parli di cinema e di serie televisive esclusivamente.

Nel dubbio, però, abbiamo il diritto e il dovere di far sentire la nostra voce e l’unico modo che possiamo, per farla sentire è di firmare la petizione contro la chiusura del canale Rai Mouvie sul sito change.org, cosa che vi invito a fare in questo momento.

#NonChiudeteRaiMovie

La notizia della chiusura di Rai Movie, riportata da diverse testate ha dato il via ad una serie di proteste sui social da parte dei telespettatori. #NonChiudeteRaiMovie e #SalvaRaiMovie sono solo alcuni degli hashtag che circolano, trainando la protesta.

La petizione “Non chiudete Rai Movie“, che al momento ha raggiunto oltre 26.000 firme, vuole spingere ad un ripensamento da parte dei vertici Rai.
Firma anche tu la petizione!


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Articolo precedenteIn Cruce, in Luce
Articolo successivoElica Balla: l’arte in tempo di guerra
Glauco Almonte
Nato a Roma nel 1981, dopo la laurea in Studi Culturali Italiani all'Università La Sapienza si trasferisce nella Tuscia per lavoro; nel 2004 fonda la rivista online "Cinema del Silenzio"; nel 2007 crea "Est Film Festival" a Montefiascone, manifestazione cinematografica dedicata agli autori emergenti attorno alla quale si sviluppa un lavoro sul territorio di vera a propria imprenditoria culturale, che coinvolge scuole primarie e secondarie, l'Università della Tuscia e le più importanti aziende della provincia di Viterbo. Nel 2017 dà il via a due nuovi progetti: "Civita Cinema", manifestazione dedicata alla settima arte in tutte le sue forme sul territorio di Bagnoregio e della sua perla Civita di Bagnoregio, e "Cinema & Terme", una rassegna dei titoli più interessanti del momento da vedere immersi nella vasca monumentale delle Terme dei Papi di Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here