Questo articolo ha due scopi ben precisi: raccontare perché leggere fa bene e cercare, al tempo stesso, di avvicinare le persone alla lettura. Per meglio dire, due desideri. Del resto, dopo aver letto quali sono i benefici della lettura sulla nostra mente e sul nostro corpo, il secondo potrebbe avverarsi.

Chi appartiene già alla categoria lettori seriali, troverà felicemente delle conferme. Chi, invece, non ricorda il titolo dell’ultimo libro che ha letto – e, a dir la verità, forse non lo aveva nemmeno finito – probabilmente troverà almeno un buon motivo per iniziare ad affezionarsi alla lettura. Magari iniziando da volumi brevi.

Ecco, quindi, una speciale top 5 dei motivi per cui i libri hanno ragion d’essere di essere un tassello importante delle nostre giornate e momenti di relax.

1. Fa bene al cervello

Decisamente in pole position: leggere è un’attività che aiuta il nostro cervello. Mentre viaggiamo con la fantasia a cavallo delle pagine di un libro, attiviamo una serie di abilità cognitive complesse.

Il nostro cervello è in continuo allenamento in quanto riceve costantemente stimoli da ciò che stiamo leggendo. Questo non succede solo se studiamo un libro di business bensì anche quando abbiamo tra le mani un romanzo. 

Succede, per esempio, alla nostra memoria perché dobbiamo ricordare la trama della storia, imprimere nella nostra mente le caratteristiche dei personaggi e tenere il filo della trama e dei personaggi.

Lo afferma uno studio della Stanford University (California): leggere fa sì che aumenti l’afflusso di sangue al cervello, esattamente nella zona deputata all’esecuzione e all’azione.

Un altro interessante studio condotto dalla Emory University di Atlanta (Georgia) sostiene che la lettura attiva delle connessioni neuronali nella parte del nostro cervello che interessa il linguaggio. Questi effetti positivi non sono solo momentanei ma durano per più giorni. Ecco perché leggendo costantemente, i benefici sono duraturi e diventano esponenziali.

2. Riduce lo stress

Questa affermazione sarebbe di per sé sufficiente per spronarci ad aprire un libro. Gli studi e le ricerche condotte, come quelle svolte dall’Università del Sussex (UK), spiegano che leggere un libro è un’attività che ha un’azione calmante sulla nostra mente. Ancor prima sul nostro corpo.

In pochi minuti di lettura, infatti, inizia a rallentare la frequenza cardiaca e ad allentare la tensione muscolare. Di conseguenza, ciò può contribuire a metterci in uno stato – fisico e mentale – più idoneo per combattere gli stati d’ansia.

Una curiosità: da questo studio è emerso che tali benefici derivano, in particolar modo, dalla lettura di romanzi.

Sempre secondo gli studi condotti, possiamo affermare che la lettura può ridurre i livelli di stress del 68%. Questo ci fa capire che leggere fa bene ma, volendo fare un confronto con altre attività di svago, è utile sapere che passeggiare ha una capacità di ridurre lo stress del 42%, ascoltare musica il 61% e sorseggiare una bevanda con calma il 54%.

perchè leggere fa bene

3. Aiuta a esprimerci meglio

Leggere regolarmente permette indubbiamente di acquisire un lessico ricco e vario. Si stima che le parole che apprendiamo scorrendo tra le pagine dei libri, nell’arco della nostra vita, rappresentano mediamente tra il 5% ed il 15% del nostro vocabolario.

Ovviamente, più leggiamo, più il numero di parole di cui veniamo a conoscenza aumenta. Possiamo dire che entrano a far parte del nostro linguaggio, tuttavia, nel momento in cui effettivamente le utilizziamo.

La lettura ci aiuta a esprimerci meglio in due modi: sia verbalmente che per iscritto. Fa emergere, infatti, la nostra abilità nel riprodurre frasi ben scritte. Quando migliora la nostra esposizione, migliora anche la nostra capacità di esprimere un’opinione, di partecipare a una conversazione, a volte anche di difenderci se è il caso.

Ecco perché chi sa parlare bene, ha più probabilità di riuscire a comunicare con le altre persone, con cognizione di causa e stima nelle proprie capacità. Naturalmente, non bisogna dare per scontato che un grande lettore sia automaticamente un ottimo comunicatore, tuttavia, è possibile che abbia qualche punto di vantaggio in più per allenare questa importante skill.

4. Fa bene ai bambini

Leggere fa bene ai bambini perché è un’attività che ha tanti risvolti, sia creativi che affettivi.

Immaginare è sinonimo di creare. Immaginare personaggi fantastici, luoghi, cercare di indovinare un finale, tenere a mente la trama, sono tutte attività che stimolano il nostro cervello. Inoltre, aiutano i più piccoli a migliorare la loro capacità di ascolto, di comprensione e la soglia dell’attenzione.

Naturalmente, se sono ancora piccoli, saranno i genitori o i parenti a leggere loro delle favole. Un momento da non sottovalutare: crea un legame e il tono della nostra voce è calmante per loro.

Leggere insieme ai bambini significa piantare un semino in un terreno super fertile. Un bambino che legge sarà con più probabilità un adulto che leggerà. Che regalo prezioso possiamo far loro aprendo un libro!

“UN BAMBINO CHE LEGGE SARÀ UN ADULTO CHE PENSA” – JEROME BRUNER, PSICOLOGO STATUNITENSE

5. Aiuta a superare i momenti difficili

Se a livello fisico la compagnia di un libro può avere un effetto calmante, aiutandoci a ridurre ansia e stress, può esserci d’aiuto anche per superare momenti difficili. Va detto che, in base alle circostanze, ovviamente la lettura non sostituisce il supporto di psicologi o psicoterapeuti.

Quando, tuttavia, ci capita di trovarci disorientati, sconfortati, ci sono delle letture che possono davvero aiutarci. Sono i cosiddetti libri di self help, una categoria utile per chi vuole ristabilire una pace interiore, ritrovare un equilibrio e anche stabilire nuovi obiettivi.

I libri di crescita personale e le biografie sono delle letture assolutamente consigliate per trovare nuovi stimoli. Tant’è che la biblioterapia (o libroterapia) è proprio un metodo grazie al quale, in ambito psicoterapeutico, si utilizza anche la lettura all’interno di una terapia.

La mia personale esperienza mi ha insegnato che in quei momenti in cui mi sembra che la mia mente sia ferma e non produca idee, la pozione magica è sempre la stessa. Aprire un libro e leggere è il punto di volta.

Idee per inziare a leggere

Ora che ti ho raccontato perché leggere fa bene, vorrei darti uno spunto pratico ed economico per avvicinarti alla lettura oppure per leggere di più:

  • fare la tessera della biblioteca nella tua zona o nella tua città;
  • leggere le recensioni di libri;
  • iscriverti a gruppi di lettura o club del libro vicini a te.

Avrai a disposizione tantissimi generi diversi e un grande numero di volumi gratis. Questo ti darà modo di scovare i libri – o gli autori – a cui non potrai più dire di no. Capiterà di trovarti tra le mani un libro che non ti ha proprio preso il cuore. Io sostengo che tra i “diritti del lettore” non scritti ci sia anche questo: decidere di non finire un libro.

Perché leggere le recensioni dei book blogger o entrare a fare parte di un Club del libro? Per due motivi: il primo è che il passaparola è il metodo più vecchio del mondo; il secondo è che chi scrive le recensioni di libri – in un blog o in un gruppo virtuale – non è praticamente mai pagato per farlo. Lo fa per passione e, allo stesso tempo, sta rendendo un servizio utile alle altre persone, in modo del tutto spassionato.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Copywriter di Milano, non so rinunciare a due cose: un libro e fare rete. Mi occupo di scrivere testi per professionisti e aziende che non sanno come raccontarsi e che vogliono rafforzare la loro presenza online. I miei testi hanno un'anima SEO per aiutare i brand a migliorare il posizionamento del loro sito tra i risultati dei motori di ricerca. Book blogger per passione! All'età di 11 anni ho preso in mano il primo libro e non ho più smesso di leggere. Ho fondato il blog leggiamorevolution.it perchè voglio far sapere a tutti quanto può dare la lettura. La mia regola inossidabile: scrivere solo dei libri che ho letto. Le mie keywords: tenacia, empatia e trasparenza.