Trovate da qualche giorno nelle sale l’ultima uscita della Marvel, The Eternals, i nuovi superiori che tanto hanno incuriosito i fan più appassionati.

Regia e sceneggiatura del premio oscar Chloé Zhao, il film dà inizio ad una nuova saga della Marvel, ormai alla sua quarta fase. Ha come protagonisti dei supereroi immortali, provenienti da Olimpia e giunti sulla Terra per proteggere gli uomini dai Devianti, delle creature mostruose che minacciano l’evoluzione della specie. Arrivarono sul nostro pianeta nel 5000 a.C, in Mesopotamia, guidati da Ayak, leader spirituale e mamma del gruppo, l’unica in contatto con il creatore supremo, Arishem.

Dopo aver sconfitto i Devianti, gli Eterni sono rimasti tra gli uomini, cercando di condurre una vita normale e di non attirare l’attenzione, spostandosi in varie parti del mondo. A seguito dell’ultima battaglia degli Avangers contro Thanos, però, qualcosa è cambiato e i Devianti sono tornati. Il compito di questi nuovi supereroi sarà quello di riunirsi e cercare di combatterli, evitando lo sterminio della razza umana.

Il cast è molto promettente e rappresenta sicuramente il punto di forza dell’intera pellicola. Gemma Chan, nei panni di Sersei, è la protagonista indiscussa, una ragazza dolce e coraggiosa, in grado di sfruttare l’energia naturale della Terra per combattere; vive ormai a Londra con il suo ragazzo (Kit Harrington, che i più ricorderanno nei panni di John Snow) e Sprite (Lia McHug), confinata per sempre nel corpo di una bambina.

Tra gli Eterni il più potente è sicuramente Ikaris, l’unico in grado di volare, interpretato da Richard Madden, anche lui giunto direttamente dalla famiglia degli Stark di Grande Inverno. Troviamo poi Angelina Jolie, nei panni di Thena, un riadattamento della dea guerriera greca, un personaggio complicato e affascinante, Barry Keoghan e perfino Harry Styles. Ma i più interessanti sono sicuramente Phastos, il primo supereroe Marvel dichiaratamente gay, con una grande mente preposta all’invenzione tecnologica e Makkari, la prima supereroina sordomuta, capace di viaggiare ad una velocità supersonica. 

Il film non è male, a mio parere troppo lento nel primo tempo, durante il quale si sofferma molto a costruire le basi della storia senza far accadere niente di importante, ma molto interessante per ciò che riguarda soprattutto le ambientazioni e il contesto storico.

Essendo gli Eterni immortali, vedono con i propri occhi tutte le epoche storiche e la regista ce le fa rivivere attraverso le loro vicende. Lo spettatore viene trasportato dal 2021 alla Mesopotamia, a Babilonia, al genocidio dei nativi americani. Gli effetti speciali sono sorprendenti, come sempre, la fotografia, i costumi, le musiche, si inseriscono nella perfezione della Marvel, senza deludere minimamente le aspettative.

The Eternals
The Eternals

L’unica cosa che mi ha infastidito è la caratterizzazione della protagonista, Sersei. La Marvel ha già sfornato delle donne forti e indipendenti (Black Widow, Captain Marvel, Wanda, Peggy Carter…) nessuna di loro ha mai avuto bisogno di un uomo e tutte si sono rivelate capaci e potenti da subito.

In Eternals, invece, Sersei è quasi più simile ad una protagonista Disney che non ad una supereroina, è coraggiosa, ma non è oggettivamente forte, la sua relazione amorosa è parte integrante del suo personaggio e non sa gestire bene i suoi poteri. La sceneggiatura l’ha penalizzata, banalizzandola e riducendola alla classica ragazza acqua e sapone che nasconde un grande potenziale.

Sicuramente colmare il vuoto lasciato dagli Avangers, dopo gli eventi di Endgame, non è facile, i cuori degli spettatori rimarranno sempre con loro e nessun nuovo supereroe riuscirà a reggere il confronto, ma questo non ci deve precludere dall’apprezzare un buon film.

Nel complesso mi è piaciuto, non eccezionale, probabilmente non lo riguarderei, ma arriva ad un dignitosissimo 7. Se siete amanti del fantasy, della Marvel e dei supereroi vi consiglio di andarlo a vedere, a patto che non vi dimentichiate mai di Tony Stark.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: