In Gran Bretagna sono state scoperte delle impronte di dinosauro e sono le più precise e ben conservate mai trovate nel paese.

Almeno 85 impronte di dinosauri sono state scoperte nell’East Sussex, nel sud dell’Inghilterra – relativamente vicino alla città di Hastings. Proprio in questa aerea, prima che l’uomo vi mettesse piede, i dinosauri erano gli abitanti.
Le orme risalgono all’epoca del Cretaceo inferiore, tra 145 e 100 milioni di anni fa, e sono un gruppo molto vario, appartenente ad erbivori come l’Iguanodonte, l’Ankylosaurus (una specie di stegosauro), nonché le specie del gruppo sauropode e teropodi carnivori (il gruppo al quale apparteneva anche il T-Rex).

impronte di dinosauro
Due grandi impronte iguanodontiane con impressioni di pelle e artiglio. Crediti immagine: Neil Davies.

Una scoperta incredibile!

La scoperta è davvero sorprendente, perché non solo sarebbe necessario un ambiente molto particolare per riunire tutti questi dinosauri insieme (come una fonte d’acqua), ma le condizioni devono essere esattamente corrette per garantire che le tracce siano fossilizzate e non distrutte nel corso di oltre 100 milioni di anni.
“Di solito si riescono a trovare solo piccoli pezzi, che non ti dicono molto su come quel dinosauro possa aver vissuto. Una collezione di impronte come questa ti aiuta a colmare alcune lacune e dedurre che i dinosauri vivevano nello stesso posto nello stesso momento “, ha detto Anthony Shillito, un Ph.D. studente del Dipartimento di Scienze della Terra di Cambridge e primo autore del giornale.

“Per preservare le impronte, è necessario il giusto tipo di ambiente”, ha affermato Davies. “Il terreno deve essere abbastanza” appiccicoso “in modo che l’impronta lascia un segno, ma non così bagnata da essere lavata via. Hai bisogno di quell’equilibrio per catturarli e preservarli. “
“Oltre alla grande abbondanza e diversità di queste stampe, vediamo anche dettagli assolutamente incredibili”, ha affermato Shillito. “È possibile vedere chiaramente la consistenza della pelle e delle squame, nonché i segni di artigli a quattro dita, che sono estremamente rari.

La qualità delle impronte consente ai paleontologi di comprendere cosa abbia innescato l’impatto dei dinosauri sull’ecosistema. Ad esempio, Shillito sta studiando come i dinosauri possano aver influenzato i flussi dei fiumi. Nei tempi moderni, i biologi hanno osservato come animali di grandi dimensioni come gli ippopotami o anche le mucche possono creare minuscoli canali che influenzano il flusso dei fiumi, è abbastanza probabile che i grandi dinosauri abbiano fatto la stessa cosa.
“Data la vastità di molti dinosauri, è molto probabile che abbiano colpito i fiumi in modo simile, ma è difficile trovare una” pistola fumante “, dato che la maggior parte delle impronte sarebbe stata semplicemente spazzata via”, ha detto Shillito. “Tuttavia, vediamo alcune prove su scala ridotta del loro impatto; in alcune delle impronte più profonde è possibile vedere macchie di piante in crescita. Abbiamo anche trovato prove di impronte lungo le rive dei canali fluviali, quindi è possibile che i dinosauri abbiano avuto un ruolo nella creazione di quei canali “.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.