Da trentatré anni il pubblico del Civitafestival è abituato ad associare gli eventi della kermesse al caldo delle serate estive tra luglio e agosto. Un appuntamento che è ormai da molti anni punto di riferimento culturale per la cittadina della Tuscia viterbese, che attira spettatori da tutto il Lazio e dalle regioni vicine, con appuntamenti di rilevanza nazionale.

Quest’anno, per la prima volta, il Civitafestival si presenta con una edizione invernale, sfidando l’incertezza dei tempi dettata dall’avanzare della variante Omicron in Italia e nel mondo. Nove gli appuntamenti, come sempre all’insegna della qualità delle proposte, dislocati in diverse location, tra musica, teatro e letteratura.

“L’idea di questa nuova avventura – racconta il Direttore Artistico Fabio Galadini – nasce dall’esigenza di dar vita ad una continuità di programmazione del Civitafestival che, nel 2022, festeggerà i suoi 34 anni di vita. Un Festival di rilevanza nazionale che rappresenta il principale attrattore culturale di Civita Castellana e la cui proposta artistica è nota non solo al pubblico ma anche al comparto dello spettacolo dal vivo italiano.”

Un appuntamento importante per chi vuole continuare a frequentare la cultura, nonostante tutto. “Ovviamente – assicura Galadini – nel pieno rispetto delle normative in vigore in materia di prevenzione del contagio.”

Civitafestival Winter

Civitafestival Winter: il programma

Diamo allora uno sguardo alla proposta.

Si parte questa sera, 28 dicembre alle ore 21:00, con un concerto ospitato nella splendida cornice del Duomo Cosmatesco. L’Orchestra Nova Amadeus diretta dallo stesso Fabio Galadini, eseguirà musiche di Edvard Grieg, Jean Sibelius e Ottorino Respighi.

Il 2 e il 4 gennaio alle 21:00 due appuntamenti con il teatro negli spazi dell’Auditorium dell’Istituto francescano. Il primo dedicato a Francesco Guccini, con una produzione del Teatro Vascello, Guccio! Di Giuseppe Gandini; il secondo alla storica figura di Trilussa, con Ariele Vincenti che porta in scena, con la supervisione artistica di Nicola Pistoia, La Tovaglia di Trilussa.

Il 7 gennaio alle 17:30 imperdibile appuntamento con la letteratura. Nella sala conferenze del Forte Sangallo, Giulia Caminito presenta il suo romanzo L’acqua del lago non è mai dolce, vincitore del Premio Campiello 2021 e dello Strega Off. Primo dei quattro incontri letterari di questo inedito Civitafestival Winter.

Si prosegue domenica 8 gennaio con Pietrangelo Buttafuoco che presenta il suo romanzo Sono cose che passano, alle 18:30 a Palazzo Morelli.

Una lettura drammatica in calendario per il 9 gennaio alle 18:30, presso il Teatro Auditorium dell’Istituto francescano, con l’attore Paolo Romano che interpreta alcuni brani tratti da 7 Lettere all’anima gemella di Luca Del Nevo.

È la poesia a chiudere gli appuntamenti dedicati alla letteratura, venerdì 14 gennaio alle 18:30 a Palazzo Fortuna, con la presentazione della raccolta Il tempo immobile di Domenico Fortuna.

Si torna alla musica il 15 e il 16 gennaio con due concerti in Cattedrale. Sabato 15 alle 21:00 Recital pianistico dell’enfant prodige Valerio Tesoro; e domenica 16 alle 18:30 si chiude la prima edizione del Civitafestival Winter con il concerto per Organo e ottoni In sono tubae.

A sostenere il Civitafestival in questa nuova avventura sono ancora una volta le realtà produttive del territorio.

“Il Civitafestival Winter – spiega Galadini – è sostenuto interamente da sponsorizzazioni private ovvero dalla lungimiranza delle aziende del Distretto Ceramico e dalle più significative realtà produttive della città, riunite sotto il marchio IC – Industria e Cultura in Terra Falisca e gode del Patrocinio e supporto tecnico del Comune di Civita Castellana e del Patrocinio della Provincia di Viterbo. Siamo felici di iniziare questa avventura che, trainata dall’edizione estiva, riuscirà a conquistare spazi sempre più significativi nella proposta artistica e culturale dell’intero territorio provinciale.”

Potrebbe interessarti anche:


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: